Manga · recensione

Honey Blood| Recensione

Oggi parliamo di una manga a tema vampiro e perché non farvi conoscere l’opera di Miko Mitsuki.

Risultati immagini per honey bloodTitolo originale:  Mitsu Aji Blood             Titolo inglese :Honey Blood               Nazionalità: Giappone                                 Casa Editrice: Shogakukan Disegni: Miko Mitsuki                         Storia: Miko Mitsuki               Categoria: Shoujo                                       Genere: Sentimentale ,Smut  Soprannaturale                                         Anno: 2008                                                   Volumi: 3

Trama: Shojo manga che narra la storia della giovane Hinata e del suo misterioso vicino di casa, affascinante scrittore di romanzi vampireschi. Quando una serie di omicidi di natura “sovrannaturale” cominciano ad infestare il quartiere, per Hinata l’uomo diventa il principale sospetto.

Recensione:

Honey Blood scritto e disegnato dalla mangaka Miko Mitsuki , in Italia poco conosciuta in quanto all’apparenza il manga può sembrare la classica storia del vampirello succhia sangue e la ragazzina che se ne innamora o/e infatuata di esso. Si ritroverà a che fare con un eccentrico scrittore di romanzi misterioso e decisamente malizioso. Un giorno nel suo quartiere incominceranno a verificarsi delle aggressioni: le vittime sono tutte ragazze e vengono ritrovate in fin di vita, quasi dissanguate.Tutte questi avvenimenti saranno collegati con lo scrittore? E invece no , nonostante Hinata nei confronti di Junya è molto scontrosa , fredda e lo tratta male. Nel corso della storia la situazione si ribalta e Hinata si innamora di Junya  e scopre che del suo essere vampiro, nel secondo volume si scopre “il segreto” di Junya e si  il cattivo degli omicidi avrà un faccia a faccia con Hinata  le mostra una foto , in cui le assomiglia moltissimo all’amata di Junya e  e gli racconta che si era avvicinato  in un momento solo per quello , ma alla fine ha imparato ad amarla per il suo essere… e perché, al contrario del suo passato amore, lei lo accetta per quel che è: un vampiro e poi il patto stipulato tra lui e lei , ovvero lui si sarebbe nutrito di lei e di nessun altro e se lei sarebbe morta , lui avrebbe fatto la stessa cosa a meno che non accettasse di diventar vampiro. Il primo volume è stato più interessante rispetto al secondo volume che ha perso completamente la trama. Per quanto riguarda il terzo volume mi sono piaciute le ultime due storie extra ,in modo particolare l’ultima mi ha commossa un casino.Sono convinta se Miko Mitsuki avrebbe riservato un vero finale davvero degno del manga , sarebbe stato più accettabile , consigliabile a chi non ama le classiche storie e senza troppe attese e speranze , ahimè .

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...